Cultura
  • Cammino Balteo

    Cultura

    ripercorrere, passo dopo passo, importanti luoghi della storia.

Arte, storia e archeologia

Dalla preistoria all'epoca romana, dal medioevo all'ottocento, il Cammino Balteo unisce in un unico racconto importanti testimonianze del passato: monumenti romani, castelli fiabeschi e imponenti fortezze, suggestivi borghi rurali, antichi ponti e luoghi di culto.

Sulla mappa il simbolo a forma di imbuto in alto a destra consente di visualizzare i punti di interesse sul territorio 
  • usa "cultura" per trovare la posizione dei musei e dei luoghi di interesse architettonico e storico.

TRACCIATO E PUNTI DI INTERESSE

suggerimenti e notizie

Nell'elenco che segue, alcuni luoghi di interesse culturale che potrai ammirare o visitare lungo il tuo cammino.
Ogni scheda descrittiva mostra la mappa con la posizione del punto di interesse in rapporto alla tappa o alle tappe del Cammino Balteo.

Castelli e torri

Castello di Aymavilles

Un castello unico nel suo genere, lungo la tappa 18 del Cammino Balteo, ha aperto le sue porte al pubblico dopo un lungo restauro. Non perderti la visita!

Castello di Fénis

Torri e mura merlate, che evocano una dimensione avventurosa e fiabesca, fanno del castello di Fénis uno dei più celebri castelli della Valle d'Aosta (tappe 19 e 20).

Castello di Issogne

Lungo la tappa 21, tesori d’arte sorprendenti, come la fontana del melograno e i preziosi affreschi delle lunette del portico. 

Forte di Bard

Imponente fortezza ottocentesca lungo la tappa 23, è oggi un centro culturale che ospita vari musei, tra i quali il museo delle Alpi, e importanti mostre temporanee.

villaggi e architettura rurale

Il villaggio di Chemp

A Perloz, lungo la tappa 3, l'emozione di un museo a cielo aperto in un antico villaggio che torna a vivere grazie alle opere d'arte che lo abitano.

Borgo di Leverogne

Nel medioevo vi transitavano pellegrini e commercianti. Un antico ospizio racconta ancora oggi la storia del borgo, che si trova nel comune di Arvier, lungo la tappa 15.

I ponti di Pontboset

Alla scoperta di ponti e antiche case nella valle di Champorcher (tappe 22-23), dove agili mulattiere attraversano i villaggi all'ombra dei castagni. 

IL VILLAGGIO DI FARETTAZ

Nel comune di Fontainemore (tappa 2), tracce d’amore per il taglio preciso della pietra e per l'architettura rurale di qualità.

l'antica Roma lungo il cammino balteo

Ponte-acquedotto di Pont d'Ael

L'ardito ponte-acquedotto di Pont d'Ael, lungo la tappa 17, è alto 52 metri e supera con una sola arcata il torrente Grand-Eyvia.

Arco sulla strada romana

A Donnas (tappe 3, 4 e 23), il tratto di strada lastricata è sovrastato da un arco tagliato nella roccia, con archivolto accuratamente lavorato.

Teatro Romano

Del teatro romano di Aosta (tappe 18 e 19), che ospitava oltre tremila spettatori, spicca l'imponente facciata meridionale alta 22 metri.

Criptoportico forense

Il criptoportico di Aosta (tappe 18 e 19) faceva parte del complesso del Foro Romano ed è una suggestiva galleria sotterranea sostenuta da arcate possenti.

chiese e musei

CHIESA DI SAN MARTINO

Ad Arnad (tappe 4 e 22) la pietra testimonia la sacralità dell’edificio in una preziosa perla di storia e bellezza. Notevoli la struttura in stile romanico (secolo XI) e gli affreschi tre-quattrocenteschi.

Santuario di Machaby

Sopra ad Arnad, lungo la tappa 4, un antico santuario dedicato alla Madonna delle Nevi. Offrono ospitalità un ostello realizzato in un forte del XVII secolo e un agriturismo che propone merende a base di prodotti locali.

Castello Gamba

A Châtillon, lungo la tappa 20, il castello ospita la collezione regionale di arte moderna e contemporanea, con oltre 150 opere esposte in 13 sale.

Maison des anciens remèdes

Lungo la tappa 18 e a pochi chilometri da Aosta, un museo interattivo illustra i rimedi naturali e le antiche tradizioni curative con le erbe officinali.