Charvensod
  • Charvensod

    Località

Charvensod

Abitato sin dall’antichità e dominato dalle vette della Becca di Nona e del Mont Emilius, Charvensod si trova a cinque chilometri da Aosta, sulla strada che conduce a Pila, la nota stazione sciistica facilmente raggiungibile tramite una telecabina che la collega direttamente alla città di Aosta. Il territorio offre agli escursionisti la possibilità di percorrere itinerari di media e alta montagna, caratterizzati da diversi livelli di difficoltà. Da citare una singolare gara podistica, l’Aosta-Becca di Nona che, ogni due anni, porta gli skyrunners a cimentarsi, tra andata e ritorno, lungo i 27 km, e i 5000 metri totali di dislivello, che dividono il capoluogo regionale con la vetta che sovrasta il comune.

COSA VEDERE
Il Castello: edificato nel XIV secolo, fu proprietà dei Vescovi di Aosta, che vi si ritiravano per riposare e meditare, fino alla metà dell’Ottocento. Oggi rudere, rimangono visibili una torretta circolare e resti della cinta.
L’Eremo di San Grato: agevolmente raggiungibile a piedi da Pilaz (Gressan), la bianca cappella dedicata al patrono della diocesi è circondata dai prati sul limitare del bosco a quasi 1800 m di quota.

NATURA E SPORT
Grazie all’ampio dislivello su cui si estende, Charvensod offre agli escursionisti percorsi di media e alta montagna, per diversi gradi di difficoltà. Oltre alla salita all’Eremo di San Grato, raggiungibile dal capoluogo in poco più di tre ore, per circa 1200 metri di dislivello, i più arditi potranno spingersi a conquistare le alte cime di questo comune, che sovrastano la plaine di Aosta. Una di queste è la Becca di Nona (3142 m), l’altra è il Monte Emilius (3559 m), cui si accede anche per mezzo di una via ferrata. A Charvensod è poi possibile fare del cicloturismo, sia su strada asfaltata verso Pilaz sia su percorso ciclopedonale, accessibile dall’area sportiva Pont-Suaz di Charvensod. L’area sportiva è dotata di 4 campi da tennis, bar, ristorante e solarium. Presso la palestra “Sami Fitness Squash” ci si può rilassare nella zona benessere con sauna e bagno turco.
Poco più di 1 km ad Est, vi è un centro sportivo, che comprende un campo polivalente interno, un campo interno e uno esterno da calcio a 5.
Gli appassionati di pesca trovano infine una riserva no kill lungo la Dora Baltea, a partire dal Pont Suaz fino al comune di Brissogne.

FESTE E TRADIZIONI
Fuochi di San Pietro e Paolo: nella sera del 29 giugno. Qui, come in altre località della regione, si rinnova l’antichissima tradizione che vede l’accensione di falò sulle cime delle vette.
Etétrad: rassegna estiva di musica tradizionale che accoglie musicisti e cantanti da tutto il mondo. Dopo oltre 20 edizioni, ha riscontrato un’eco favorevole su scala internazionale grazie all’originalità della propria proposta.

PER I PIÙ PICCOLI
Charvensod è del tutto a misura di bambino. Molte infatti sono le possibilità di svago per loro, sia come proposte di itinerari facili a piedi o in bici, soprattutto nell’area pianeggiante che costeggia la Dora, sia come aree gioco o iniziative organizzate. Infatti i più piccoli possono trovare nell’area comunale 5 parchi gioco, di cui uno nell’area sportiva di Plan-Félinaz, accessibile dal percorso ciclopedonale lungo il fiume.
Di grande interesse sono le iniziative promosse dalla fattoria didattica La Bim e la Bam e la Bom, posta su un promontorio che domina la città di Aosta, circondata da boschi, vigneti e pascoli. Qui, seguendo le attività quotidiane dell’azienda agricola, i bambini hanno la possibilità di familiarizzare con i lavori manuali dell’agricoltura e dell’allevamento.

IDENTIKIT
Altitudine: 750 m
Abitanti: 2400
Come arrivare con i mezzi pubblici: Giunti in treno o pullman ad Aosta, si prende il bus 4 per Charvensod.

N.B.: queste informazioni non sono direttamente collegate al percorso Cammino Balteo ma contribuiscono all'offerta turistica complessiva della regione Valle d'Aosta.