• Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta

    Musei

Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta

Località: Nus

Le visite guidate notturne in Osservatorio:
il sabato alle ore 21.30

Spettacolo al Planetario:
il sabato alle ore 14.00 – 16.00 – 18.00

Sono inoltre previsti eventi speciali ed aperture straordinarie in occasione di festività, particolari periodi dell’anno o fenomeni astronomici d’interesse (ponte dell’Immacolata, periodo natalizio, Carnevale).

Prenotazione obbligatoria per le visite on line attraverso il sito web.
Prenotazione obbligatoria per le proiezioni on line

Orari segreteria:
dal lunedì al venerdì 9.30 – 12.30 e 14.00 – 16.00

Per le scolaresche le visite si effettuano dal martedì al venerdì previa prenotazione.

Proiezione al Planetario:
Intero e Junior: 6€
Bambini o-6 anni: gratuito

Visite guidate notturne:
Intero: 13€
Junior (7-17): 8€
Bambini (0-6): gratuito

Le iniziative si svolgono esclusivamente in lingua italiana

Indicazioni logistiche: il tratto di strada che collega la piazza di Lignan all’Osservatorio Astronomico (lungo 300 m) è chiuso al traffico dei veicoli non autorizzati. Eventuali esigenze particolari vanno segnalate all’atto della prenotazione.

Uso di luci artificiali: alla sera è consigliato munirsi di torcia elettrica, preferibilmente con lampadina o vetro di colore rosso, da puntare verso il basso per illuminare la strada senza disturbare le eventuali osservazioni in corso.

Informazioni sulle temperature in montagna: le proiezioni al Planetario, situato a 1.633 m d’altezza, si effettuano in una sala al chiuso e riscaldata, mentre le visite guidate diurne e notturne si svolgono all’aperto oppure in locali non riscaldati dell’Osservatorio Astronomico, situato a 1675 m d’altezza. Si raccomanda pertanto di dotarsi in ogni stagione dell’anno di un abbigliamento per l’esterno adeguato al clima e all’altitudine.

Contatti

L’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta (OAVdA) e il Planetario di Lignan sorgono a Lignan, frazione montana a oltre 1.600 metri di altitudine nel vallone di Saint-Barthélemy, a circa 16 km di strada dal borgo del Comune di Nus.

Aperto dal 2003, l’OAVdA è l’unico osservatorio astronomico regionale in Italia ad aver stretto un accordo pluriennale per attività di ricerca, didattica e divulgazione con l’INAF, l’Istituto Nazionale di Astrofisica. Grazie all’alta qualità del lavoro scientifico svolto, i ricercatori dell’OAVdA sono associati INAF.

Il parco degli strumenti presso l’Osservatorio è tra i più ampi d’Europa: il Laboratorio Eliofisico per l’osservazione di gruppo del Sole in sicurezza per la vista, la Terrazza Didattica con sette telescopi Cassegrain da 25 cm di apertura, il Teatro delle Stelle per l’osservazione del cielo a occhio nudo con l’utilizzo di speciali puntatori laser. Il Planetario permette di compiere viaggi virtuali nel cosmo tra pianeti, costellazioni, nebulose e galassie in computer grafica, scoprendo i fenomeni fisici più interessanti ad essi collegati grazie a proiezioni realizzate integralmente dallo staff. Particolare attenzione è rivolta anche agli astrofili, che possono sistemare i propri strumenti in dodici piazzole di osservazione da 9 metri quadri ciascuna, attrezzate con torrette di alimentazione per la corrente elettrica e illuminazione a LED rossi.

La ricerca scientifica
L’Osservatorio collabora con altri organismi scientifici nazionali ed internazionali ed è attivo in vari importanti progetti di ricerca:

  • Progetto Asteroidi e Progetto Corona solare: riguardano l’indagine dei corpi celesti vicini alla Terra.
  • Progetto Nuclei galattici attivi: monitora particolari galassie lontane miliardi di anni luce.
  • Progetto pianeti extrasolari: ha come obiettivo la ricerca di pianeti in orbita attorno alle altre stelle della Via Lattea.
  • Progetto Antartide: si occupa dell’installazione e la gestione di un telescopio robotico per osservazioni nell’infrarosso.

Tra i risultati conseguiti presso l’Osservatorio si ricordano: la scoperta di un asteroide di fascia principale ufficialmente battezzato “Vallée d’Aoste”; la partecipazione alla scoperta dei due esopianeti della stella XO-2S; l’individuazione di oltre cento stelle variabili; l’osservazione di un anomalo incremento dell’emissione di energia dal nucleo delle galassie BL Lacertae e CTA102, fenomeni durati poche ore e registrati in quelle notti, tra tutti gli osservatori astronomici mondiali, solo a Saint-Barthélemy.

Didattica e divulgazione: le visite.
Parallelamente alla ricerca, gli astrofisici dedicano almeno il 30% del loro tempo alle iniziative per trasmettere le loro conoscenze a scuole e pubblico.
Le iniziative si svolgono esclusivamente in lingua italiana

A partire da sabato 11 settembre 2021 ogni sabato spettacoli al Planetario e visite guidate notturne in Osservatorio Astronomico, con prenotazione online obbligatoria.

  • Proiezione al Planetario (durata 1 ora).
    Sono in programma i seguenti spettacoli:
  • Il Sole, la nostra stella: ingresso dalle ore 14.00 alle 14.10, spettacolo dalle ore 14.10 alle 15.00
  • Polaris: ingresso dalle ore 16.00 alle 16.15, spettacolo dalle ore 16.10 alle 17.00 – in regalo per ogni bimbo l’esclusivo libro pop-up da costruire Esopianeti
  • Il grande fiume del cielo: ingresso dalle ore 18.00 alle 18.10, spettacolo dalle ore 18.10 alle 19.00
    Sono disponibili 30 posti per ogni spettacolo.
  • Visita guidata notturna in Osservatorio Astronomico (durata 1,5 ore).
    Comprende l’osservazione guidata del cielo a occhio nudo in Terrazza Didattica (svolgimento in funzione delle condizioni meteorologiche).

N.B.: queste informazioni non sono direttamente collegate al percorso Cammino Balteo ma contribuiscono all'offerta turistica complessiva della regione Valle d'Aosta.