La miniera d'oro Chamousira
  • La miniera d'oro Chamousira

La miniera d'oro Chamousira

Località: Brusson

Visite speciali d’autunno.
dal 29 al 1 novembre aperture straordinarie alle miniere d’oro di Brusson.

Una moderna struttura, in posizione panoramica sulla Val d’Ayas, permette di scoprire il suggestivo mondo sotterraneo dell’antica miniera d’oro di Brusson.

Dati tecnici

Percorso

La miniera di Chamousira Fenilliaz è la più importante miniera d’oro della Valle d’Aosta.
La scoperta della miniera aurifera di Brusson risale al 1899; è stata attiva dal 1900 fino alla fine degli anni ‘80 del secolo scorso.
Questo giacimento fu sfruttato con un certo successo dalla compagnia inglese “The Evançon Gold Mining Company Limited” tra il 1903 e il 1906. Il permesso di ricerca passò in seguito alla famiglia italiana Rivetti che però ebbe meno fortuna.

Principali punti d’interesse
La miniera ha un’estensione in sotterraneo di circa 1.600 metri.
In compagnia delle guide, oggi è possibile visitare:

  • la galleria al livello 7 del filone Fenilliaz, lungo un suggestivo percorso sotterraneo scavato nel cuore della montagna;
  • il Museo della Miniera di Chamousira, situato invece in una struttura panoramica che insiste sull’area esterna un tempo occupata dalla teleferica per il trasporto del minerale;
  • il “Centro di documentazione Joseph Herbet”, mostra permanente dove sono esposte alcune interessanti testimonianze fotografiche e cartografie d’epoca.

Informazioni utili alla visita
L’orario di inizio visita si intende davanti alla biglietteria in miniera, distante circa 20 minuti a piedi su sentiero a sali e scendi dal parcheggio in cui occorre lasciare l’auto: si prega di considerare le tempistiche per arrivare puntuali.
Si consigliano calzature, attrezzature ed abbigliamento adatti a climi freddi, anche in estate: la temperatura all’interno della miniera si aggira sugli 8° durante tutto l’anno. Per ragioni di sicurezza le guide possono valutare di vietare l’accesso a visitatori privi di un abbigliamento adeguato.
Il casco, obbligatorio, verrà fornito in loco.
Il percorso non è accessibile ai disabili.
Per motivi di sicurezza gli animali non sono ammessi alle visite

Come arrivare
Dal capoluogo di Brusson imboccare in auto la strada per Estoul. Dopo 4 Km si incontra un primo accesso pedonale segnalato che, in una ventina di minuti di cammino, conduce all’ingresso della miniera.
In alternativa, proseguendo ulteriormente lungo la stessa strada per altri 2 Km, all’altezza dell’abitato di Gollie si incontra un altro segnale che indica un secondo sentiero pedonale.

Vedi anche

Musei

Centro di documentazione Joseph Herbet

Brusson

Negli ultimi anni del 1800, Joseph Herbet è capitano di miniera presso le miniere d’oro di Fenilliaz e Chamousira alle dipendenze della società inglese “The Evançon Gold Mining Company”.

In quegli anni si appassiona di fotografia e con un banco ottico “ …

N.B.: queste informazioni non sono direttamente collegate al percorso Cammino Balteo ma contribuiscono all'offerta turistica complessiva della regione Valle d'Aosta.