Carnevale storico della Coumba Frèide
  • Carnevale storico della Coumba Frèide

    Carnevali

Carnevale storico della Coumba Frèide

Località: Bionaz

01 febbraio 2020 - 02 febbraio 2020

Contatti

La tradizione lega la nascita del carnevale al passaggio di Napoleone attraverso il Colle del Gran San Bernardo, nel maggio del 1800, durante la campagna d’Italia. I costumi sarebbero dunque la trasposizione allegorica delle uniformi dei soldati francesi. Ritroviamo inoltre l’orso che rappresenta l’avvicendarsi della primavera; le code dei muli, che rappresentano i venti e servono per allontanare le correnti d’aria nefaste; gli specchi sui costumi, che devono scacciare gli spiriti maligni; il colore rosso, che simboleggia la forza e il vigore e che, anch’esso, ha il potere di esorcizzare i malefici e le disgrazie. Durante il corteo, le maschere visitano le famiglie; entrano nelle case, ballano nelle strade e nelle piazze, mangiano e bevono ciò che viene loro offerto.

Programma

1 febbraio
ore 9.00
Ritrovo delle maschere Chez Luigino (Frazione Places)
ore 10.30
Uscita della Benda e visita alle Frazioni Places, Chentre, Balmes, Lexert, Plan de Veyne, Moulin e Dzovennoz.
ore 20.00
Spaghettata presso il Bar Ristorante Lac Lexert (offerto per le maschere e 10€ per chi volesse mangiare in compagnia delle maschere)
ore 21.30
Serata danzante presso il Bar Ristorante Lac Lexert in compagnia dei Ragazzi del villaggio – ingresso libero
ore 22.00
Arrivo delle maschere e proseguimento della serata danzante

2 febbraio
ore 11.00
Santa Messa presso la chiesa parrocchiale e benedizione della Benda
ore 12.30
Pranzo presso il bar trattoria La Laitii (gradita la prenotazione entro venerdì 31 gennaio ai seguenti numeri: Ives 345.4546501, Ivan 346.5860355) menu € 15
ore 14.00
Ritrovo della Benda e uscita verso il piazzale di Plan de Veyne
ore 14.30
Partenza della sfilata da Plan de Veyne con arrivo al padiglione dove seguirà la distribuzione del minestrone (parteciperanno alla sfilata altri gruppi carnevaleschi)
ore 20.30
Inizio serata danzante con l’orchestra Erik e i poudzo valdotain

N.B.: queste informazioni non sono direttamente collegate al percorso Cammino Balteo ma contribuiscono all'offerta turistica complessiva della regione Valle d'Aosta.