Il passaggio di Napoleone
  • Il passaggio di Napoleone

    Memorie storiche

Il passaggio di Napoleone

Località: Saint-Rhémy-En-Bosses

Nel maggio del 1800 si verificò il fatto che sicuramente ha fatto parlare maggiormente del Colle del Gran San Bernardo: il passaggio di Napoleone Bonaparte, da poco divenuto Primo Console, con il suo esercito di 40.000 uomini per la seconda campagna d’Italia. Egli giunse al Colle la mattina del 20 maggio, probabilmente a cavallo, accompagnato dai canonici Murith e Terrettaz, dopo che migliaia di soldati l’avevano preceduto qualche giorno prima. Secondo la tradizione, qui venne preceduto dal priore Berenfaller, che gli offrì un pasto frugale, dopodiché proseguì fino ad Étroubles, dove fu ospitato nella casa del parroco Léonard Veysendaz e da dove il giorno successivo raggiunse Aosta. Avrebbe, in seguito, attraversato la Valle della Dora fino a superare la gola fortificata di Bard e raggiungere infine Marengo, per la storica battaglia. Le comunità lungo la valle del Gran San Bernardo dovettero sopportare costi rilevanti per nutrire tutto l’esercito di Napoleone. L’abbondante produzione iconografica e le leggende sorte in seguito a questo avvenimento testimoniano la grande impressione che esso deve aver suscitato.

Tratto da “La Valle del Gran San Bernardo. Storia, natura, itinerari” edizioni Kosmos

N.B.: queste informazioni non sono direttamente collegate al percorso Cammino Balteo ma contribuiscono all'offerta turistica complessiva della regione Valle d'Aosta.